Press "Enter" to skip to content

3 giugno 2019. Agricoltura? Parliamone. Decretazione emergenziale, Xylella e pesticidi

La diretta audio della trasmissione: https://www.radioradicale.it/scheda/574851/agricoltura-parliamone

Terzo Rapporto Agromafie e Xylella: https://www.osservatorioagromafie.it/wp-content/uploads/sites/40/2017/02/3%C2%B0-Rapporto-Agromafie.pdf

Quarto rapporto Agrmafie e Xylella: http://www.csvsalento.it/upload/doc/eventi/agro.pdf

Decreto legge 29 marzo 2019, n. 27: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2019/03/29/19G00035/sg

Dove sottoscrivere l’appello per fermare il decreto emergenze: https://www.isde.it/decreto-emergenze-una-coalizione-di-oltre-200-scienziati-medici-giuristi-economisti-agricoltori-giornalisti-organizzazioni-della-societa-civile-contro-art-6-e-8/

Reazioni al Decreto 27/2019: http://www.italiachecambia.org/2019/04/decreto-emergenze-profitti-non-prevalgano-sulla-salute/

Appello per fermare il decreto emergenze: https://www.isde.it/wp-content/uploads/2019/04/LETTERA-CONTRO-DEC.-EMERGENZE.pdf

Relazione tra Xylella e Disseccamento (CoDiRO) ancora da provare. Uno studio pubblicato negli USA (2019): 2078 alberi positivi e sintomatici, 1653 positivi ma sani, 3300 alberi ammalati ma esenti da Xylella F.: https://journals.sagepub.com/doi/abs/10.1177/1535676019845738.

Per la ricerca il vettore di Xylella si combatte anche rispettando la biodiversità e la salute: https://info.agrimag.it/articoli-ipm/dettaglio/10614/ipmpost–ipm-tradizione-e-innovazione-nel-controllo-della-sputacchina?bookpage=8

La cura del Disseccamento con Rame a Zinco: https://link.springer.com/article/10.1186/s40538-017-0107-7

Strategie di controllo: http://www.regione.puglia.it/documents/10192/8437598/Delibera+-+2185+2016+-+documento+1.pdf

European Consumers: “Xylella è diventata la scusa per distruggere il territorio a favore di agricolture iper-intensive che per loro natura favoriscono grandi proprietari e multinazionali, annullare la “competizione” dei germoplasmi e dei prodotti locali, gestiti per millenni dalle popolazioni, a favore di “cloni” brevettati e filiere sotto il ricatto della grande distribuzione, per spargere tonnellate di pesticidi, azzerrare la biodiversità locale, inquinare le falde probabilmente per decenni, esporre la popolazione a un inquinamento cronico con ottimi profitti da parte delle élite agroalimentari e farmaceutiche e, per mezzo dell’annullamento dei vincoli paesaggistici e ambientali, permettere ulteriori speculazioni compresa quella edilizia”.  http://www.europeanconsumers.it

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *